Utilizzo questo sito per riversare in bit in miei pensieri, in quanto le altre soluzioni si rivelano maggiormente difficoltose in séguito ad ostacoli con la tecnologia BlueTooth.

Desidero ringraziare Daniele De Martino e il piccolo Daniele MARINO per avere girato un video in cui, senza falsi pudori, si mostrano delle affettuosità tra padre e figlio. Il clip è tra l’altro zeppo di immagini che esaltano l’eros del bambino, con qualche ben congegnata inquadratura al suo fondoschiena.

Orbene sicuramente la scienza pedagogica merita diversi complicati approfondimenti dal carattere parecchio articolato, tuttavia in questa sede val bene notare che:

— la mente infantile è fragilissima e molto suggestionabile, pertanto è d’uopo impiegare estrema diligenza nell’interagire coi bambini. Le mie personali esperienze puerili pienamente confermano questo postulato;

— il nostro umore e le sensazioni che avvertiamo variano in dipendenza di molti fattori, e questo naturalmente accade anche ai più piccoli. È dunque fondamentale tener presente che essi proveranno spontaneamente gioia quando sono felici, e dunque il comportamento paternale ha da tenerne conto;

— se ci interroghiamo sui limiti della cosiddetta potestà genitoriale (e quindi in merito ai confini entro i quali appare etico condizionare la progenie) sarà tassativo premettere che risulta impossibile addivenire facilmente a conclusioni irrefutabili. In ogni caso tuttavia bisognerà concludere che qualunque ordinario genitore marca profondamente la psiche e lo sviluppo del suo figliolo, indi sembra adeguato piuttosto adoperarsi acciocché tali condizionamenti si rivelino positivi;

— è cómpito degli ascendenti impartire un’adeguata educazione sessuale che promuova un rapporto sereno con il proprio organismo.